Trapianto riuscito ai tempi del Coronavirus, sta bene la donna di Omignano

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

E’ riuscito perfettamente, presso il Centro trapianti di Siena, l’intervento sulla 59enne di Omignano che, senza un tampone che avesse certificato la negatività al Covid-19, non avrebbe potuto eseguire l’operazione. La donna sta bene e presto tornerà a casa. Il caso della donna è stato attenzionato perché, in questa fase di emergenza sanitaria nazionale, anche ricevere un tampone, e per di più nel giro di poche ore, non è un’impresa facile. Ma la macchina operativa messa in moto lunedì sera dal sindaco-infermiere di Omignano, Raffaele Mondelli, e che ha visto l’attiva partecipazione anche del primo cittadino di Pollica, Stefano Pisani, in qualità di delegato dell’Anci all’interno della task-force della Regione Campania, e delle Autorità sanitarie, è riuscita a superare tutte le difficoltà emerse, per consentire alla donna di raggiungere la Toscana e fare l’intervento. La notizia è stata accolta con gioia anche presso la Clinica Cobellis di Vallo della Lucania, dove la donna era seguita da tempo dal dottore Giovanni Mugnani. «Il trapianto significa libertà, tornare a vivere, essere autonomi, una liberazione dalla schiavitù del trattamento sostitutivo con tutte le ricadute sociali che ci sono – ha commentato il dottor Mugnani – Ma quel che più interessa a noi è che la signora avrà dai prossimi giorni una vita più libera e autonoma e semmai avrà più tempo da dedicare alla famiglia e ai propri cari.Vale la pena dire che la parola d’ordine rimane la prevenzione».

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur