Guardie mediche sospese a Morigerati, Torre Orsaia e Celle di Bulgheria

di Redazione

A causa della carenza di medici, non sufficiente a coprire i turni, l’Asl Salerno ha comunicato la sospensione improvvisa dei presidi di Continuità Assistenziale (ex guardia medica) nei comuni di Celle di Bulgheria, Torre Orsaia e Morigerati. Gli abitanti di questi piccoli comuni dell’entroterra del golfo di Policastro, dovranno rivolgersi al presidio più vicino della Guardia Medica per far fronte ad eventuali casi di soccorso. L’Asl Salerno ha spiegato che «la gravissima carenza di medici rende impossibile il regolare svolgimento del servizio e quindi inevitavile una temporanea riorganizzazione». Significa che le guardie mediche di Celle di Bulgheria e Torre Orsaia saranno accorpate alla Continuità assistenziale di Roccagloriosa, mentre la guardia medica di Morigerati è accorpata a Caselle in Pittari. «Non si può accettare una mancanza di servizi per le cittadinanze, né chiedere ai medici in servizio di sostenere prestazioni su territori così vasti producendo prestazioni meno qualificate e dilazionate lavorando solo sull’urgenza e nell’emergenza. – spiega Pasquale Contaldi, rappresentante a livello provinciale del Sindacato dei Medici Italiani – Il tutto poi scaricando sui presidi ospedalieri la mancanza di risposta ai più comuni malesseri».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019