Al via la rassegna teatrale “Dedicato alla mia terra”

di Redazione

Il 18 settembre, a Gorga di Stio, si apre la rassegna teatrale “Dedicato alla mia Terra”, promossa dall’Ente Parco, nell’ambito del progetto “Cilento: Alla scoperta del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Natura, Cultura e Sport”, finanziato dall’Assessorato al Turismo della Regione Campania.
Un ampio ed articolato progetto finalizzato alla promozione e valorizzazione del Parco, della sua arte, delle sue tradizioni, della sua cultura.
Lo spettacolo teatrale, che si ripete il 19 ed il 20 a Padula e Roccadaspide e che vede in scena Almerica Schiavo e Ulderico Pesce, è tratto da un racconto del Cav. Francesco Pesce. Ricco di suggestioni ed emozioni, lo spettacolo riesce a raccontare la  struggente bellezza e la grande forza spirituale del territorio del Parco. La storia di Petruccio e Leonora è la storia della gente semplice legata alle proprie tradizioni; la vicenda ha inizio, infatti, durante la processione per i festeggiamenti di S.Elena da Laurino. E’ la storia dei pastori, della transumanza, delle ore trascorse a contemplare e ad amare la natura  incontaminata;  ma è anche la storia di una donna che vuole andare via, che vuole scappare per rincorrere i propri  sogni e che, dopo aver raggiunto il successo, sente il bisogno di ritrovare la propria anima, tornando indietro, alla ricerca delle radici e della fede.
“Un itinerario musicale che diventa la voce narrante del Parco per raccontare questa meravigliosa terra attraverso uno spettacolo che  rievoca antiche tradizioni cilentane di vita pastorale e contadina. Un percorso di grande fascino per il quale sono previste cinque tappe, di cui tre  già programmate per il mese di settembre: il 18 a Gorga di Stio, presso la Chiesa di San Gennaro , il 19 a Pdula, presso la Sala dei Granai della Certosa, il 20 a Roccadaspide (P.le della Civiltà), presso la nuova sala multimediale del Parco”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019