A Perugia viticoltori cilentani presenti con un’unica etichetta al congresso di geomorfologia “Dialogo intorno al paesaggio”

L’etichetta con la quale i viticoltori di Agropoli e del territorio limitrofo parteciperanno al congresso di geomorfologia, in programma dal 20 al 22 febbraio, si chiama “Lucilia”. Il congresso che si terrà  presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Perugia è dedicato a Lucilia Gregori, esperta di geomorfologia e geoturismo, una dei primi docenti ad occuparsi di nuovi settori di ricerca interdisciplinari tra le scienze della terra e la comunicazione del territorio. “Dialogo intorno al paesaggio” questo il titolo del congresso a cui hanno aderito produttori come Alfonso Rotolo e Cantine Barone entrambe aziende di Rutino, Case Bianche di Torchiara, Marino e Polito di Agropoli. Queste le aziende che saranno presenti con i propri vini, rappresentati dall’etichetta, “Lucilia”.

Il 21 febbraio, in particolar modo, nel corso di una ricchissima sessione relativa al rapporto tra geologia e vino, i viticoltori cilentani avranno l’opportunità di presentare e pubblicizzare i relativi prodotti. Un omaggio, dunque, a Lucilia Gregori, ispiratrice lo scorso aprile della prima edizione di “Terra vini messaggi – Il territorio racconta se stesso”, che si è tenuta ad Agropoli e che sarà ripetuta nella prossima primavera.

«Lucilia – dichiara Gianluigi Giannella, promotore dell’iniziativa – ha dimostrato che la comunicazione della conoscenza del paesaggio è la chiave per la valorizzazione e lo sviluppo del territorio perchè ecologia ed economia hanno la stessa radice».

«La presenza dei nostri produttori, promossa dal Comune di Agropoli, a questo importante evento – afferma il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri – è la testimonianza concreta dell’ormai sempre più proficua collaborazione e sinergia tra privati ed enti pubblici. E’ un’occasione per promuovere il territorio, il suo patrimonio e le sue eccellenze».