San Mauro Cilento, al via Creativeolive

di Giuseppe Conte

Quest’anno per la prima volta parte l’evento artistico Creative Olive il 26-27-28 luglio 2013. L’evento ideato e organizzato da Francesco Citro, giovane ingegnere e giornalista di arte e design che vive in USA, e’ volto a creare sinergie tra artisti, artigiani/imprenditori locali, nazionali ed esteri. Dare una vetrina a giovani artisti, designers, formare una nuova generazione di giovani consapevoli delle proprie potenzialità vivendo in un contesto pieno di esempi positivi, è uno degli obiettivi che ci si è prefissati. In questo modo Il Comune di San Mauro Cilento potrà divenire un museo permanente a cielo aperto e un luogo di sperimentazione di arte, cultura, marketing e alti interessanti fattori dell’economica quali l’Hotel management. I partecipanti sono giovani artisti, tra i quali alcuni con esperienze come la Biennale di Venezia, esposizioni a New York, Londra (Nikola Uzunovski, BIBA, Matteo Pellegrino ). Ancora scultori, pittori, movie makers, pianisti, fotografi e tanti altri. Tra questi Alberto Pizzo, pianista di fama internazionale che darà luogo ad un concerto sul magnifico sfondo del tramonto di San Mauro dove lo stesso luogo farà parte di una scenografia ideata dall’Associazione Culturale Appylife. Ancora tre serate di conferenze in cui interverranno il gruppo Briganti, Antonio Cucco Fiore, trasferitosi dalla finanza londinese a Gravina di Puglia per investire nella sua terra di origine, per parlare delle nuove sfide che possiamo sul serio affrontare. Ancora workshop sulle rinnovabili in spiaggia dove il pubblico siederà in acqua. Assaporate questo mix di arte mediterranea ed estera, gustatevi un fantastico calice di vino e ascoltate le note al tramonto di Alberto pizzo…di certo non ve ne pentirete! Quindi cosa state aspettando… Olive Creative assaltate San Mauro!!!
Note : L’evento si svolge nella Repubblica di SammAPP (San Mauro Cilento) dove le persone vivevano felici in quanto non erano partecipi delle frustrazioni moderne legate alla crisi economica. Vivevano di baratto che funzionava in maniera particolare. Utilizzavano le App degli smartphone. Quindi Nonna Livia scambiava un fico cliccando su App-Fichi e dall’altra parte Zio Giuseppe scambiava cliccando su App-Olio. Questa tecnologia “obsoleta” li aveva però resi freddi. Non erano in grado di guardare l’ambiente circostante con occhio diverso che avrebbe permesso loro di sfruttare quello che la natura ci può dare. Un giorno,quindi, gli abitanti del Pianeta Arte, portatori sani di idee positive, dichiarano guerra alla Repubblica chiusa in sé stessa (un po’ come l’Italia poco incline alle innovazioni). A seguito del’attacco la Repubblica cambierà nome divenendo SammArt. Marte è anche il Dio della guerra, che in questo caso è una guerra di idee.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019