• Home
  • Cronaca
  • Capaccio, rapinato con la pistola il fratello del vice-allenatore della Juventus

Capaccio, rapinato con la pistola il fratello del vice-allenatore della Juventus

di Luigi Martino

E’ Domenico Alessio la vittima della rapina che martedì mattina si è consumata a Capaccio Scalo in via Giovanni Sacco. Stando a quanto riportano le prime indiscrezioni il fratello di Angelo, vice allenatore della Juventus, stava aprendo il garage ubicato di fianco la propria abitazione quando due balordi a volto coperto si sono scaraventati contro. «Parlavano in napoletano», ha riferito dopo Domenico Alessio alle forze dell’ordine. Stava per prendere l’auto, ma i due aggressori non glielo hanno permesso. Avevano il volto coperto, pare, e lo hanno spinto contro il muro puntandogli contro una pistola. I ladri hanno spintonato la vittima fin quando non ha consegnato loro il portafogli contenente più di mille euro in contanti, denaro che sarebbe dovuto servire per pagare alcune bollette e la rata del mutuo. Uno dei rapinatori gli ha puntato una pistola in faccia esclamando, in marcato dialetto napoletano: “Oggi è ‘a jurnata tua fortunata” (oggi è il tuo giorno fortunato, ndr). Dopo aver messo a segno la rapina, i due malviventi si sono dati alla fuga senza lasciare tracce, forse con l’aiuto di un terzo complice. Alessio, in stato confusionale, si è poi recato presso il presidio Psaut del 118, per farsi medicare. Subito dopo ha denunciato l’accaduto ai carabinieri della stazione di Capaccio Scalo che ora indagano sull’accaduto con l’aiuto della compagnia di Agropoli agli ordini del capitano Presutti.

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019