Orfeo ed Euridice: nuova pièce di Domenico Maria Corrado

di Federico Martino

Con la sua personalissima cifra stilistica, il regista Domenico Maria Corrado, dopo aver creato “l’Inferno di Dante nelle grotte a Pertosa" (120.000 spettatori in 220 recite, ancora in scena fino al giugno 2011) e “l’Ultima notte di Ercolano ovvero il mito di Enea”, si è lanciato in questa nuova entusiasmante ed adrenalinica avventura teatral letteraria, "Orfeo ed Euridice" adattando allo straordinario, unico ed ipnotico scenario delle grotte di Castelcivita, in provincia di Salerno, questa emozionante favola mitologica.
Dal 2 ottobre 2009 al 26 giugno 2010, alle Grotte di Castelcivita, Corrado darà vita ad una delle più struggenti storie d’amore. Orfeo che, sfidando ogni legge divina, scende nel regno dell’oltretomba per riportare in vita la sua adorata Euridice.


La favola di Orfeo ed Euridice è la più emozionante storia d’amore mai uscita dalla fantasia e dalla scrittura dei più grandi autori di ogni tempo, e non esiste al mondo un luogo migliore delle grotte di Castelcivita per poterla offrire al pubblico in una forma itinerante dove lo spettatore diviene, per effetto della magia del luogo che ospita la pièce, un novello Orfeo che attraversa l’Ade alla ricerca del suo unico vero grande amore.

Castelcivita è una ridente cittadina con circa 2200 abitanti, è situata alle pendici meridionali degli Alburni e si presenta situata su uno sperone naturale, con case a cascata, a 587 m sul livello del mare. La popolazione è dedita prevalentemente all’agricoltura e alla pastorizia, infatti si produce olio, vino, grano, cereali e formaggi. Saporitissimi e di alta qualità e genuinità sono le salsicce, i capicolli, i prosciutti ed i formaggi.

Il 26 e 27 settembre a Castelcivita si continua con la  "Sagra del Fungo Porcino", tradizionale appuntamento con la rassegna enogastronomica allestita lungo i vicoli del centro storico d Castelcivita.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019