• Home
  • Cultura
  • Progetto “Custodi del Castello dell’Abate e delle Identità Mediterranee”

Progetto “Custodi del Castello dell’Abate e delle Identità Mediterranee”

di Marisa Russo

A Castellabate, nella panoramica, rosseggiante Sala Conferenze del medioevale Castello dell’Abate, il sindaco Costabile Maurano e l’architetto Carla Maurano presidente dell’Associazione “Identità Mediterranee”, di recente costituzione, hanno presentato il Progetto “I custodi del Castello dell’Abate e delle Identità Mediterranee”. Convocati i sindaci dei vari Comuni del territorio, presenti il sindaco di Perdifumo ed il vicesindaco di Ogliastro, alcuni responsabili di scuole, per illustrare loro il progetto e discutere delle prossime attività. Il progetto si propone di avvalersi di esponenti politici, di istituzioni scolastiche e rappresentanti dell’economia locale, anche per un sostegno finanziario.
Volendo rientrare nelle Manifestazioni per la celebrazione del millenario della nascita della Badia di Cava, a cui appartiene il Castello dell’Abate, l’Associazione propone e promuove questo progetto finalizzato al coinvolgimento, tramite le scuole, dei bambini e dei ragazzi, quindi delle loro famiglie, con la collaborazione del Comune di Castellabate. “E’ il primo di una serie di eventi e manifestazioni– afferma il presidente- volti a creare sul territorio una più profonda consapevolezza della propria identità culturale”, poiché forse bisogna preparare sin da giovanissimi ad essere custodi del proprio territorio e ad avere una maggiore apertura verso uno scenario nazionale e internazionale, consapevoli che la diversità è fondamentale e deve essere accettata e rispettata, ma nel rafforzamento della propria identità che non va dispersa. Il ruolo dei benedettini è stato fondamentale nella formazione di questa popolazione, nell’agricoltura, nella musica, in riti ed abitudini. “Non dimentichiamo-ha sottolineato Carla Maurano-che finanche la pietanza “i cicci maritati”, veniva offerta alle divinità greche, ed oggi invece non viene proposta nella ristorazione locale, ma considerato cibo povero”. Con il sindaco bambino, saranno nominati i bimbi custodi del Castello. Gli insegnanti faranno operare gli allievi sulle tematiche proposte e gli elaborati prodotti saranno poi esposti in primavera, a Castellabate, quindi nei vari altri Comuni del Cilento, creando una rete. Una Marcia sarà realizzata nella importante data del 10 ottobre, che commemora la fondazione di Castellabate ed è anche, con una felice combinazione, la Giornata Europea del Patrimonio Culturale. Insegnare la convivenza con altre culture è ormai essenziale e necessario presupposto per una pace internazionale. Previsti gemellaggi con altri paesi del Mediterraneo, quindi l’istituzione della Giornata dell’Identità Mediterranea, che diverrà evento annuale.. Ottimi propositi che ci auguriamo potranno dare dei risultati. Indovinato il rivolgersi alle scuole, gli allievi, con l’ausilio degli insegnanti, sono l’unica possibilità sul territorio, già sperimentata da altre Associazioni, che permette un coinvolgimento, altrimenti irrealizzabile con i cittadini, quasi sempre assenti ad ogni incontro, iniziativa, Manifestazione. Il Sindaco Maurano, sottolineando l’importanza della Cultura per la crescita di una popolazione, ha con soddisfazione ricordato che l’Amministrazione ha voluto il riordino di un archivio storico dal 1809, incaricando il professore Gennaro Malzone con l’aiuto di Emilio Guida.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019