Frana nel centro storico di Vibonati: famiglie evacuate

di Marianna Vallone

Una notte di paura a Vibonati, per una frana che ha interessato via Roma, nel centro storico, e che si è verificata intorno alle 2. Sono 12 le famiglie evacuate, alcune delle quali si sono rifugiate da parenti, mentre per altre l’amministrazione comunale ha provveduto a una sistemazione in albergo.

Il fatto
L’allarme è stato lanciato dal presidente della Protezione civile del gruppo lucano della sezione di Vibonati, Anna Maria Maiorano, perché la sua abitazione è stata la più colpita dallo smottamento, la più a sud. “Intorno alle due ho sentito un forte boato. – racconta – Ho aperto il balcone e ho visto che il terrazzamento lungo 15 metri e largo 4 non c’era più. Al suo posto uno strapiombo. Continuavo a sentire il terreno franare, per cui ho fatto evacuare io stessa le abitazioni più a sud, quelle più a rischio, e ho poi allertato subito la Protezione Civile del Gruppo Lucano, l’amministrazione comunale e i vigili del fuoco di Policastro. In pochi minuti erano tutti sul posto per vedere il da farsi”, spiega Maiorano, che si trovava in casa con i suoi bambini.

Con il buio era difficile individuare la frana, dove iniziasse e finisse. L’amministrazione comunale, retta dal sindaco Franco Brusco, ha immediatamente evacuato le abitazioni a nord della strada, perché lo smottamento non si fermava. “Abbiamo avuto paura. – spiega il presidente – continuavamo a sentire il rumore del terreno”.

In queste ore si sta tenendo un sopralluogo con i tecnici per verificare la situazione e capire il da farsi. Si teme che possano essere state danneggiate le fondamenta delle abitazioni più a sud di via Roma. Si attende l’arrivo dei tecnici del Genio Civile. Sul posto anche i carabinieri della stazione di Vibonati.

Un paese che non ha pace. Meno di due mesi fa una terribile alluvione ha messo in ginocchio diverse abitazioni delle zone nei pressi del torrente Cacafava, nei giorni scorsi diverse utenze sono rimaste senza corrente a causa di danni alla linea elettrica.



Riproduzione riservata