Eurojuris, prodotti cilentani per il congresso degli avvocati europei a Roma

di Federico Martino

Al meeting giuridico in programma questo fine settimana a Roma ci sono i prodotti enogastronomici del Cilento che rappresentano il mangiar sano italiano. Il congresso è quello organizzato ogni anno in una città europea da Eurojuris, il prestigioso network legale che raggruppa più di 720 studi della Comunità europea.
In tale appuntamento, che si svolge da oggi (5 novembre) fino a domenica prossima nella capitale, le delegazioni provenienti dai diversi Paesi presentano le proprie specialità enogastronomiche nella vetrina dei “National Stands Eurojuris”. Gli avvocati aderenti alla branch italiana hanno deciso, anche quest’anno, di essere rappresentati dai prodotti cilentani. Una scelta pressoché scontata, dopo il meeting svoltosi quattro anni fa ad Ascea ed organizzato dal consigliere nazionale Salvatore Guzzi, professore a contratto all’Università degli studi di Napoli Federico II. Durante il soggiorno cilentano, infatti, i soci italiani sono stati conquistati dalle specialità locali.
A fare bella mostra di sé nello stand italiano che sarà allestito a Roma saranno, dunque, soprattutto le mozzarelle con la mortella del caseificio Chirico di Ascea, i sottolio dell’azienda Cilento Delizie di Vallo della Lucania, i prodotti ittici delle pescherie De Lucia di Capaccio Scalo. Queste le prelibatezze che, assieme alle tipicità presentate dagli altri Stati, si contenderanno il palato delle Avvocature internazionali presenti alla kermesse.
Testimonial del made in Cilento il consigliere nazionale Salvatore Guzzi che, insieme agli avvocati Pietro Bembo di Milano, Gianfranco Mattei di Bolzano, Renato Sivio di Napoli, Francesco Miniati Paoli di Firenze e Filippo De Magistris di Roma, rappresenterà il nostro Paese.

Eurojuris è il network più importante di studi legali in Europa, presente in 650 città differenti di 19 Paesi. EuroJuris International Geie, gruppo europeo di interesse economico, è stato costituito sin dal 1992 per risolvere i problemi legali che clienti ed imprese possono incontrare in Europa: raggruppa più di 720 studi con oltre 4.000 avvocati operanti nell’intera comunità europea e in numerosi paesi extra CE.
Eurojuris Italia è la corrispondente associazione italiana di questa grande struttura. Ogni associato, opportunamente selezionato secondo criteri di qualità ed al fine di garantire una copertura territoriale, può offrire le proprie competenze professionali giudiziali direttamente o attraverso il network di professionisti collegati al Geie, assicurando così assistenza in tutti i principali settori del diritto.
Dal momento che l’Europa non possiede un sistema legale uniforme, il modo di gestione degli affari varia da un Paese all’altro. L’utilizzo dell’esperienza locale di avvocati qualificati che operano sul posto dove sorge il problema del cliente è il mezzo migliore per assicurare una rappresentanza legale efficace. È la scelta fatta da Eurojuris: l’avvocato sul posto può, infatti, sfruttare la sua conoscenza delle procedure locali, parla la stessa lingua ed è in grado di agire efficacemente nel proprio ambiente. Inoltre, l’utilizzo di uno studio legale in loco costituisce una valida alternativa sotto il profilo dei costi rispetto all’uso di studi legali più grandi situati nelle capitali dei vari Stati.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019