Ivan e la sua idea di ‘Cilento Accuvato’: «E’ nato tutto per caso»

di Luigi Martino

Ivan Agostino, 33 anni, non se l’è fatto dire due volte e si è buttato a capofitto in questo progetto social che a pochi mesi dalla sua nascita, sta già riscuotendo consensi. Il primo lockdown e la voglia di evadere, di conoscere posti nuovi, di esplorare il Cilento, lo hanno portato alla creazione di Cilento Accuvato. L’intervista.


Ciao Ivan e grazie per aver accettato l’invito.
Ciao Grazie a te per l’interesse verso il progetto.

Da dove nasce questa idea accuvata?

Ti racconto come è nato il progetto. Subito dopo il lockdown appena è stato possibile mettere il “naso fuori” e andare a fare una passeggiata, ne ho approfittato. Sono andato sul Tresino, la collina nel Comune di Agropoli, piena di percorsi trekking. Dopo i mesi passati chiuso in casa, uscendo soltanto per fare la spesa o per lavoro, fare due passi all’aria aperta mi è sembrato meraviglioso, tutto sembrava nuovo. Ogni angolo, ogni caletta sul mare sembrava la più bella del mondo, ed ho cominciato a scattare molte foto. Di ritorno dalla mia escursione in solitario, come solito ho fatto vedere le foto a mia sorella, la quale vedendole mi dice: «Dovresti aprire un profilo Instagram». E non me lo sono fatto ripetere due volte, stesso in serata ho aperto il profilo.

La mattina dopo ragionando poi sull’idea con mio fratello, è uscito l’aggettivo “Accuvato”, per dare un’identità al progetto e distinguersi dalle mille pagine social che ci sono in circolazione. E quindi Cilento Accuvato è diventato il nome del progetto, speriamo sia una scelta “azzecata”. L’idea di fondo è che dietro ogni angolo o posto nascosto si può scoprire la bellezza e con questo progetto cerchiamo di divulgarlo.

Il Cilento è vessato da tanti limiti: sono più quelli imposti dalla paura di spingersi oltre o quelli infrastrutturali e territoriali?

Bella domanda, secondo me sono di più i primi, cerco di spiegarmi meglio.  E’ vero che la nostra terra non si presta a chissà quali infrastrutture per via della sua conformazione morfologica, però questo per altri territori in Italia non è mai stato un problema dal punto di vista turistico- attrattivo, vedi ad esempio la vicina costiera amalfitana o la penisola sorrentina, oppure le cinque terre in Liguria se vogliamo salire più a Nord. Questi territori hanno saputo trasformare i loro punti deboli, dal punto di vista logistico – strutturale, in punti di forza, ed è quello che dovremmo fare anche noi in Cilento, naturalmente ci vuole la mentalità giusta e il coraggio di cambiare passo rispetto al passato. Devo anche dire però, che da qualche anno a questo parte il vento sta cambiando, molti giovani hanno deciso di impegnarsi e di dare nuova linfa a questo territorio.

I social possono essere un mezzo reale di promozione turistica?

Assolutamente si, anzi mi verrebbe da dire che ormai sono l’unico mezzo di promozione turistica possibile. L’impatto che questi nuovi mezzi di comunicazione hanno nelle nostre vite è sempre più dirompente. Il turista sta cambiando, è molto più consapevole, ricerca i posti da vedere su internet, cerca informazioni, il tipo di attività che è possibile svolgere in quella zona e molto spesso lo fa tramite i Social. Quante volte ci è capitato di andare in un locale o scegliere di visitare un luogo soltanto perchè abbiamo visto le foto dell’amico su facebook o su instagram? Ecco perchè tra gli obiettivi del progetto Cilento Accuvato vi è proprio la promozione tramite i Social delle nostre bellissime spiagge o montagne, oppure i nostri stupendi borghi. Ovviamente non vogliamo promuovere soltanto le nostre bellezze paesaggistiche, ma anche le nostre tradizioni, dal piatto tipico alle tradizioni contadine e marinare.

Dove vuole arrivare Cilento Accuvato e quali sono le soddisfazioni raccolte finora?

La soddisfazione più grande fin ora è stata quella di aver creato insieme ad altri amici, Fernanda, Irene e Domenico un percorso trekking, l’ Anello dei Mille all’interno del mio Comune. Nel giro di poco tempo abbiamo creato un’evento trekking apprezzato sia da compaesani e non. Non dimenticheremo mai la prima partenza dalla piazza del paese, gli sguardi increduli delle persone davanti ai bar, per nulla abituati a vedere un gruppo trekking in cammino; la salita sui Mille, l’esperienza sensoriale al tramonto, il ritorno in notturna, e per finire il gustosissimo assaggio dell’Aziende Agricole. Provo a descrivere meglio Il percorso.  Il neo-nato “Anello dei Mille” è un percorso trekking adattato a tutti  che  vuole promuovere le bellezze paesaggistiche di Albanella, ed in particolare delle colline di Matinella, oltre che promuovere i prodotti locali con la degustazione degli stessi durante il percorso. Si parte da Matinella e risalendo la prima collina, Difesa Monti, o meglio conosciuta dai paesani come la colline de I Mille, si arriva al Parco Eolico con veduta sulla piana del Sele, e su Capri. La collina viene definita de I Mille per via del passaggio, sulla base di aneddoti raccontati dagli albanellesi, dei garibaldini, accampatesi diversi giorni sulla stessa, nei pressi di una vecchia fontana ormai in disuso. Si continua poi per la seconda collina denominata Iscalonga dove è possibile ammirare invece gli Alburni. Il percorso si chiude ad anello tornando al punto di partenza. Crediamo molto in questo progetto e invito tutti i vostri lettori a seguirci per i prossimi eventi sia trekking che in mtb. Non appena sarà possibile infatti riprenderemo sicuramente le escursioni cercando di esplorare sempre posti nuovi e accuvati, tra le mille cose sono anche una Guida Mtb dell’Accademia Nazionale Mountain Bike, e quindi questo, le escursioni intendo, sarà uno dei focus del progetto.  

Per quanto riguarda invece la prima parte della domanda…dove vogliamo arrivare? Cilento Accuvato non è soltanto escursionismo in bici o a piedi, ma tramite i social promuoviamo giorno per giorno le nostre bellezze naturali e culturali. Crediamo che il nostro punto di forza risieda in una sempre crescente consapevolezza e riscoperta del territorio da parte di chi lo vive, ma anche una crescente voglia di conoscere le realtà ancora poco “contaminate” da parte del Turista, sempre alla ricerca di esperienze autentiche. Di fatti cerchiamo di organizzare le nostre escursioni collaborando tutti gli operatori turistici della zona, per far vivere un’esperienza completa. Insomma vogliamo provare a farvi conoscere e apprezzare il Cilento a 360 gradi. E’ un progetto ambizioso e non so se riuscirò mai a realizzarlo, ma a piccoli passi vorrei provare a far diventare Cilento Accuvato sempre di più un punto di riferimento per l’outdoor in Cilento e per le vacanze in generale, mirando a diventare un progetto di marketing territoriale, con una vera operazione di branding per il Cilento. Ti anticipo che sto preparando un blog, come primo passo di questo cammino.

Grazie ancora per questo tempo. Ci salutiamo con un tuo messaggio ai cilentani.

Beh, che dire?  Voglio chiudere con un messaggio rivolto ai tanti giovani di questa terra, che come me si trovano ogni giorno a fare i conti con la realtà del posto poco incoraggiante. Restate e non andate via, oppure se andate via, fatelo per tornare! Credete nelle potenzialità del vostro Territorio e investite tutte le risorse a vostra disposizione per renderlo sempre più pieno di eccellenze, come molti altri giovani stanno già facendo.

Pagine social ‘Cilento Accuvato’

Facebook
Instagram
Youtube


Hai un’associazione, un progetto social o una storia da raccontare? Scrivi a martinoluigi9@gmail.com oppure contattami direttamente attraverso i miei canali social: FacebookInstagram


©Riproduzione riservata