Mancato riconoscimento 5 Vele, minoranza Vibonati: «E’ campanello allarme per Golfo di Policastro»

0
3

«Il mancato riconoscimento delle 5 vele, assegnate da Legambiente e Touring club, all’intero territorio del Golfo di Policastro rappresenta un evidente passo indietro rispetto allo scorso anno quando, grazie all’impegno del Distretto Turistico “Golfo di Policastro” e al Protocollo d’intesa con Legambiente, fu portato a casa il massimo riconoscimento». Ad affermarlo – in una nota – è il gruppo di opposizione di Vibonati ‘ViVi il tuo paese’. «Purtroppo – affermano i consiglieri comunali di Vibonati Manuel Borrelli, Gaetano Capano e Gerardo Di Giacomo – registriamo una disattenzione crescente verso le tematiche ambientali. Dopo la sanzione comminata al Comune di Vibonati per i valori, oltre i limiti, fatti registrare dal Depuratore Comunale nell’anno 2017 e l’incertezza sulla Gestione dello Stesso da parte di Consac il mancato riconoscimento delle 5 Vele sono un campanello di allarme da non sottovalutare. Occorre comunque sottolineare, per non generare allarmismi e facili speculazioni, che le 4 Vele certificano comunque l’enorme qualità del nostro Mare. Lo scorso anno- continuano- l’amministrazione comunale aveva firmato il Protocollo d’intesa, su proposta del distretto turistico e dell’Assoturismo, “Il Golfo fa Eco” con Legambiente. Un progetto che partiva dal presupposto di riconoscere e tutelare l’ambiente orientando le scelte pubbliche e private verso la cura e il rispetto di questa risorsa perché da essa dipende il benessere economico e sociale delle comunità. Ci auguriamo – concludono i consiglieri di opposizione del gruppo ‘ViVi Il Tuo Paese’ – che l’amministrazione inverta immediatamente la rotta per riconquistare il prossimo anno l’ambito riconoscimento ambientale ripartendo da quanto stabilito dal Protocollo che coinvolgeva gli altri Comuni del territorio, le Associazioni e il Distretto Turistico in un percorso virtuoso di pratiche ambientali».

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here