Cilento, era rimasta impigliata nelle reti: tartaruga salvata

di Luigi Martino

«Navigavo a vela insieme al mio equipaggio e a due famiglie di turisti provenienti da Scafati, i signori Reggine e Casciello. Una volta giunti a largo dell’area marina protetta degli Infreschi e della Masseta, il mio telefono squilla». Inizia così il racconto di Gennaro Attanasio, comandante dell’imbarcazione Penelope e presidente dell’Asd Cilento a Vela.

«Dall’altro lato dello smartphone c’era Pino Aliberti e mi ha chiesto aiuto – continua -. Era in difficoltà, non riusciva a liberare un grosso esemplare di tartaruga Caretta Caretta. Dopo che abbiamo raggiunto il gozzo e Pino, Flavio Leo, il mio marinaio, senza esitare, si è tuffato in mare portando con se un coltello e lo ha raggiunto». Flavio e Pino hanno liberato la tartaruga dalle reti e dalla cime. L’equipaggio di Gennaro Attanasio si è accertato che la Caretta Caretta potesse nuotare tranquillamente e poi si è allontanato per continuare la giornata in barca a vela lungo la costa di Marina di Camerota.

Le tartarughe ogni anno nidificano sulle spiagge di Camerota e del Cilento in genere. Nei prossimi giorni l’acquario di Napoli terrà un importante incontro – come capita spesso prima dell’inizio della stagione di nidificazione – per sensibilizzare ed istruire cittadini, turisti e operatori balneari al riconoscimento delle tracce di tartaruga.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019