Nuova iniziativa per salvaguardare la flora autoctona

di Federico Martino

Una "tassa sul verde" per i turisti che soggiorneranno ad Acciaroli. È questa una delle novità della prossima estate lanciata dal Comune di Pollica-Acciaroli, località di mare tra le dieci più belle d’Italia. Ad annunciarlo Angelo Vassallo, primo cittadino della nota frazione cilentana.
Il «contributo obbligatorio» servirà per l’acquisto e la messa a dimora di piante autoctone che andranno a rinverdire il tratto costiero comunale. «Chiediamo ai nostri turisti di contribuire, con una spesa irrisoria, a rendere Pollica-Acciaroli sempre più bella e sempre più verde – spiega Vassallo – Ogni anno decine di migliaia di visitatori provenienti da tutta Europa, con le proprie auto, incidono in maniera determinante sull’aumento di emissioni inquinanti nel nostro territorio. È giusto che, in qualche modo, contribuiscano anche a riparare il danno».         


Per questa estate è richiesta solo un’offerta volontaria agli ospiti, ma dalla stagione estiva 2011 scatterà una vera e propria tassa. «Puntiamo per la fine di questa estate alla piantumazione di 5mila piante. Il contributo servirà per l’acquisto e la messa a dimora delle piante». La macchia è uno dei principali ecosistemi mediterranei. È una formazione vegetale arbustiva costituita tipicamente da specie sclerofille, cioè con foglie persistenti poco ampie, coriacee e lucide, di altezza media variabile dai 50 cm ai 4 metri: spesso si tratta di formazioni di degradazione della foresta mediterranea.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019